Categoria: Advocatus Diaboli

Home » Rubriche » Advocatus Diaboli
L’agnello della comare
Articolo

L’agnello della comare

Finalmente la Santa Pasqua. Archiviato il baccalà quaresimale la pia comare s’addentra in una complicata apologia del sacrificio dell’agnello, come se a sacrificarsi fosse lei e non l’ovino in questione. La incontro in macelleria. Il suo arzigogolare è frutto di collaudati eufemismi per motivare lo spirito della tradizione. Mentre a momenti le scende una lacrima,...

La nemesi della Pizza al formaggio 
Articolo

La nemesi della Pizza al formaggio 

Mia nonna riversava su di me bambino opinioni incontrastabili. In fatto di cucina ogni cosa diventava vangelo. Ricordo la mia meraviglia quando insieme a lei entrammo da Sandri e additammo una Pizza al Formaggio. Di rosso vestita, amabile come una corona di spine, la commessa perugina ci corresse seccata: “Quella è una torta”. La perentoria...

Il simbolismo urbano di Ivan Theimer
Articolo

Il simbolismo urbano di Ivan Theimer

(Ovvero l’uso equivoco della configurazione grafica delle due cifre che compongono il numero di cui la seconda è il rovesciamento della prima) Ho ascoltato questo aneddoto dalla viva voce dell’architetto Luciano (se non Giuseppe) Piermarini, che dello scultore Ivan Theimer è grande amico e ne fu guida spirituale sulle sponde del Topino. Luciano ebbe il...

Il Terzo Stato
Articolo

Il Terzo Stato

La professoressa Falconi, che non era l’ultima arrivata, ci aveva inculcato un principio. Diceva che la comunità democratica è eminentemente irreligiosa perché pretende che la vita del cittadino domini ogni altro valore. Lì per lì non capii bene cosa intendesse dire quell’indomita anima liberale, ma ce lo diceva così spesso che il ritornello lo imparai...

Sua Eccellenza
Articolo

Sua Eccellenza

Seppur la città brillasse per le sue eccellenze, l’eccellenza per antonomasia risiedeva in colui che reggeva la Pretura conferendo lustro alla funzione giudiziaria. La sua autorevolezza suscitava sicurezza nei galantuomini e sgomento nei malintenzionati. «A chi tocca nun se ‘ngrugna» mormorava il popolino sentendosi parte integrante della giustizia di prossimità garantita dalla presenza sul territorio...

I tigli di via Oberdan
Articolo

I tigli di via Oberdan

Prima serata di Sanremo, si scrive tutto attaccato, al contrario di quanto si legga nei social ad opera degli agiografi da tastiera. Il Topino “scorre lento frusciando sotto i ponti, la luna splende in cielo e dorme tutta la citta”, davanti alla televisione, manco a dirlo. Esco per andare a studio dove ho dimenticato un...

Sulle tracce dell’ircocervo
Articolo

Sulle tracce dell’ircocervo

Giuro che c’era, me lo ricorderò finché campo, anche se non c’è stato verso di ritrovarlo l’ircocervo, favoloso animale che partecipa della natura del capro e del cervo. Lo avevano raffigurato in via delle Ceneri con una scheggia di carbonella. O forse in via del Reclusorio. Seppur disegnata con grazia quella chimerica assurdità era brutta...

Più cianciafruscole che sirocchie
Articolo

Più cianciafruscole che sirocchie

Come i norcini insaccano i salami gli influencer insaccano di cianciafruscole i loro profili social, ricevendo il prezzo del loro facchinaggio digitale, il cui mercato vale 308 milioni. La più affermata influencer d’Italia è Chiara Ferragni, citata dall’86% del campione intervistato. Al secondo posto Giallozafferano (72%) al pari di Benedetta Rossi (72%). Seguono in quarta...

Apologia di San Feliciano
Articolo

Apologia di San Feliciano

San Feliciano, martire cristiano sotto l’imperatore Decio, fu incatenato ad una biga e trascinato dai cavalli al galoppo. Vescovo di Forum Flaminii ed evangelizzatore dell’Umbria, fu eletto a patrono della nostra città. Papa Leone XIII lo esortava a difendere Foligno “che nessuna arroganza e nessuna insidia dei nostri tempi folli possa mai distruggerla!”. L’apostolo fu...