Italia senza isole: un brevetto folignate

Desta scalpore la notizia che, alla Fiera di Vienna, nello stand della Regione Calabria, “in una parte marginale del padiglione è presente una piccola immagine stilizzata della Penisola senza le due isole”.

Questo, precisa Maria Antonella Cauteruccio, dirigente generale al Turismo, Marketing territoriale e Mobilità della Regione Calabria, con “il solo obiettivo di mettere il più possibile in primo piano la posizione geografica della Calabria”, precisando che “non si tratta della riproduzione né di una mappa fisica, né di una mappa politica del nostro Paese”. (Fonte: ANSA)

La notizia su RAI TGR Calabria.

Tanto clamore per un fatto che fu già inventato a Foligno nel 1947, quando la lapide ai Caduti della Guerra di Liberazione, collocata sulla facciata del Palazzo Comunale, fu realizzata allo stesso modo.

Reclamiamo con forza il primato.

Dopo essere passato indenne ad una istanza posta dal sottoscritto nel 1995 al Presidente della Repubblica a cui fu costretto a rispondere, fu lo stesso sindaco Manlio Marini, in seguito, incalzato da alcune forze politiche, a porvi rimedio, facendo collocare le due regioni insulari mancanti che gli furono consegnate belle e confezionate.