Sanremo, duettiamo o no? Le pagelle di Claudia

Sanremo, duettiamo o no? Le pagelle di Claudia

Duettiamo o non duettiamo sì o no?
Puntuale il venerdì si parte con la serata dei duetti. Speramo bene. Perchè de solito qualcuno devasta le canzoni come Madame l’anno scorso che mi ha ammazzato De Andrè o, quello di cui ho rimosso il nome, che mi mandò di traverso una frappa dopo aver massacrato Battiato.

Sangiovanni con Aitana (Farfalle e Mariposas). Io non lo so’ se so’ vecchia, ma spiegateme Aitana mo chi è?  Questo Sangiovanni che canta una sua cover manco fosse Lucio Dalla. Levatemeli dalle mani. Voto 2

Annalisa e La rappresentante di Lista (Sweet Dreams). Dopo 8572 vocalizzi finalmente cantano. Le voci ci sono. Ma spiegateme sto remix da discoteca del sabato pomeriggio al Mito de Montefalco perchè proprio non lo capisco come quando hai napoletana a coppe e esci dicendo volo… Voto 6.5

Rose Villain e Gianna Nannini (Medley). Va Beh Gianna è Gianna. Tiè! Senti che grinta a 70 anni, magnace un prugnolo. 
Cosetta lì come te chiami? Voto 4. Anzi no famo 5 perchè hai detto Caxxo sul palco dell’Ariston e domani giù a polemiche. Gianna Nannini Voto 8 

Gazzelle e Fulminacci (Notte Prima degli esami). Io vorrei tanto che ci fosse ancora Mario Brega pe piavve a pizze in faccia a due a due. Padre Cionfoli in confronto era Paul Stanley dei Kiss. Ce manca solo che scappa fori Vaporidis e il quadro è completo. 
Noiosi. Voto 4

The Kholors e Umberto Tozzi (Medley). E daje con il revival anni 70. Lu poro Tozzi non ha più tanta voce. Ma la platea balla e si diverte e pure io a casa su lu divano. Comunque se proprio devo dirla tutta preferisco la versione di Pedro Alonso  Aka Berlino de la casa de papel. Mannaggia ve volevo da 7 ma questa non è Ibiza quindi: voto 6.5

Alfa e Roberto Vecchioni (Sogna Ragazzo Sogna). La canzone è sempre bellissima, se non altro per il significato grande che si porta dentro. Roberto Vecchioni è un grande artista, Alfa con la stessa maglietta da 4 giorni. Unico neo, troppa la sovrapposizione delle voci nel ritornello. Bellino il rap finale, anche se con testo scontato. Voto 7

Con la tarantella della Cuccarini e Fiorello se ne sono andati 10 minuti. Sono le 21 e 48 e hanno cantato solo 6 cantanti… vedo l’alba.

Bnker 44 e Pino D’Angiò (Ma Quale Idea). Più che un gruppo parete lu garage sale de li vestiti de la Caritas. Irritanti come li cantieri su lu raccordo de Perugia – Bettolle. Fastidiosi come li porridge de gli inglesi a colazione. Voto 3

Irama e Riccardo Cocciante (Quando Finisce un amore). E Niente che ve devo di’. Bravi. Parecchio. Voto 7.5



Fiorella Mannoia e Gabbani (Che sia benedetta e Occidentali`s Karma). Cosa posso dire ad un’artista che ha fatto la storia della nostra musica. Avrei preferito ascoltare tutta la canzone Che sia Benetta, cantata da te ma capisco che questo è Sanremo. Gabbani te vojo bene però avete fatto un compitino. Mannoia voto 6.5

Santi Francesi e Skin  (Hallelujah).Giuro che quando ho letto la scaletta ho pensato: va beh cantare Hallelujah questi so matti.  E’ un suicidio. E invece mannaggia a voi mi avete emozionato. Il momento più alto della serata. Standing Ovation. Voto 9 perché 10 non se da.

Io sarà peccato ma Arisa non je la fò. Me sta simpatica come quelli de via Butaroni.

Ricchi e Poveri e Paola e Chiara (Sarà perchè ti amo). Unz unz unz daje che ballamo. L’unica cosa che non capisco è perchè ve sete vestiti tutti e quattro come la carta vetrata. Ormai sembrano i trasferelli di se stessi, Paola e Chiara incluse. 
Voto 6 meno meno



Ghali e Ratchopper (Medley). Che eleganza, Ghali. A dispetto di tanti trapponi insignificanti lui è un artista nel suo genere musicale che può piacere o no. A me piace. Lasciatelo cantare Perchè ne sono fiero sono un italiano un italiano vero. Davvero bravo. Voto 7

Clara e Ivana Spagna e coro di voci bianche del teatro Regio di Torino.  “Ho perso le parole, Eppure ce le avevo qua un attimo fa… Dovevo dire cose Cose che sai Che ti dovevo Che ti dovrei”, canta Ligabue. E ho detto tutto. La messa è finita andate in pace. Voto 3

Loredana Bertè e Venerus (Ragazzo mio). E brava Loredana. In grandissima forma a ridare voce ad una canzone del suo passato sì ma che fu di Luigi Tenco. Un omaggio importante. Voto 7

Geolier  Gue’ Luche’ e Gigi D’Alessio (Medley Strade). Questo ragazzo è bravino ma non convince. Nemmeno con i suoi amici sul palco. La scena napoletana ha sfornato talenti di ben più rara bravura come gli Almamegretta o ai 99 Posse Spiace. Voto 6 ma vince inaspettatamente la serata sotto una bordata di fischi.

Angelina Mango e Il quartetto d’archi dell’Orchestra di Roma (La rondine). Non era facile. Lo sappiamo bene. Non era Facile. Ma che brava che sei Angelina. Proprio brava. Quella rondine volata via troppo presto magari ti ha davvero accompagnato in questa canzone che hai interpretato magistralmente. 
Quanto talento e quanta eleganza. Voto 8

Alessandra Amoroso  e Boomdabash (Medley). Ma che ve sete messi tutti d’accordo? No perchè a vedevve a canta quelle storture de  la prima sera sembravate tutti scappati de casa. Invece stasera guarda un po’ che bel karaoke. Voto 6.5

Dargen D’Amico e Babel Nova Orchestra  (Omaggio a Morricone). E no Dargen non ci siamo. No dai. Comunque su Come si balla me parte a razzo ci Pensa Anna, salto sul divano e rido da sola chissà perchè (forse questa la capiranno solo i quintanari) . L’autocoverizzazione regala un momento spiazzante ma non convincente. Voto 6 meno

Mahmood e Tenores di Bitti (Come è profondo il mare). Alessandro, perchè se chiama Alessandro, fa un viaggio a ritroso nelle sue origini sarde e porta un pezzo di Dalla non facile per la sua voce. Decisamente bene. Voto 7

Mr. Rain e I Gemelli Diversi (Mary). A mezzanotte e 21 ragazzi però un po’ di allegria su. Il pezzo dei Gemelli diversi (Mary appunto) ha segnato le generazioni, ma quei super eroi buttati lì ci è sembrato un po’ fuori luogo, Come certi chef che usano fiori  e microerbe a caso. 
Voto 5

Negramaro e Malika Ayane (La canzone del sole). Giulia lo sapemo che sai cantà non c’è bisogno de tutto sto strafare. Lezione di leziosità. Soprattutto per una canzone come questa studiata appunto per una voce che non era affatto potente. Malika perfetta. Voto 7 meno

Emma e Bresh (Medley). Un buon mix di voci, quella di Emma si fonde bene con quella di Bresh. So guasto d’amore. Voto 6.5

 Il Volo e Stef Burns (Who wants to live forever). I tenorini giocano la carta the Queen. E Fanno bene, del resto solo loro posso cantarla. Certo, a loro modo. In sottofondo la chitarra rock di Burns a ricamare una bella interpretazione. Voto 7 (sempre per le voci)

Diodato e Jack Savoretti (Amore che vieni, amore che vai). Diciamo che aveva già vinto a mani basse quando ha detto che avrebbe cantato Amore che vieni amore che vai. Almeno per me. Ma questa doppia voce con la ruvidità di Savoretti e quella di Diodato più lucida e nitida, e questo arrangiamento. Una bella poesia. Professore. Voto 8.5

La Sad e Donatella Rettore (Lamette). Non è cattiveria ma perchè non vi trovate un lavoro? Guardate che zompare sul palco così a caso non è cantare. Non aiutano nemmeno queste trovate sceniche già ampiamente viste e ritrite. Vi ricordo che Rose Villan ha detto Caxxo e voi nemmeno un piccolo rutto avete fatto. Voto 3

Il Tre e Fabrizio Moro (Medley). Tre famme capì ma che ja fatto de male agli organizzatori che te fanno sempre cantà quasi per ultimo. Fabrizio Moro ci sta ma il medley risulta troppo slegato  come quando te se smonta la meringa. Voto 5

BigMama e Gaia, La Niña e Sissi (Lady Marmalade). 
Cover della cover della cover insomma non so se la cantava peggio Christina Aguilera oppure voi. Povera Patti LaBelle. Vi passo questo girl power che avete portato sul palco dell’Ariston. Voto 6.5

Maninni e Ermal Meta (Non mi avete fatto niente).  Maninni mi fa sempre lo stesso effetto il protagonista del film di Virzi Ovosodo “C’ho un coso quì, un magone, come se avessi mangiato un ovo sodo col guscio e tutto. Non va né in su né in giù”. Non aiuta nemmeno  Ermal Meta che praticamente canta da solo il brano che vinse Sanremo nel 2018. Voto 5

Fred De Palma e Eiffel 65 (Medley).  Io come ve viene de Ballà cuscì alle 1.30 de notte. Ma che avete il potere della sacra scuola di Hokuto? Simpatici via. Voto 6

Renga e Nek (Medley). Perdonateme ma alle 1.45 non ce la posso fare. Non ho sentito Renga e Nek xhe me stavo a lavare i denti ma je do un sei e mezzo sulla fiducia. Voto 6.5

Ah fermi tutti ce stanno i Jalisse, quelli veri.
Jalisse,  Fiumi di parole.
Solo una.cosa li avete fatti cantare alle 1.30 di notte e comunque avete dimostrato una mancanza di rispetto. Al solito.
Anyway tanto il Festival lo vince Geolier quindi stasera che cantano affà?